Stai cercando qualcosa?

All posts by:Katerina Anagnostopoulos

Laboratorio di scrittura per la progettualità lavorativa

Due incontri di scrittura autobiografica e narrazione di sé, per la progettualità e lo sviluppo lavorativo, rivisitando e riscoprendo interessi, scopi, significato personale.

“Creare il proprio mosaico lavorativo”

Workshop di scrittura autobiografia per la progettualità lavorativa

Nel corso dei due incontri, si sperimenteranno forme di scrittura e narrazione di sé rispetto al lavoro, integrate con tecniche espressive, di autoconsapevolezza e condivisione interattiva.

Alcune finalità del laboratorio sono quelle di fare esperienza della scrittura come strumento di autosostegno e di elaborazione progettuale della propria esperienza, stimolare la creatività innovativa, l’apertura al cambiamento, la capacità di intravedere e cogliere opportunità e possibili soluzioni anche di fronte a situazioni complesse e sfidanti.

con Katerina Anagnostopoulos, psicoterapeuta, formatrice, consulente di carriera
Quando: 12 e 19 febbraio 2023 | 17.00–19.30

Dove: Via Giorgio Pitacco, 7 – Roma (in presenza)

E’ prevista l’attivazione di un’edizione online del laboratorio e – su richiesta – laboratori dedicati individuali e in gruppo.

Costo di partecipazione: €. 102,00 per l’intero ciclo di incontri. La quota comprende una consulenza individuale di 45′.

Info e iscrizioni: tel. 347 9289119

e-mail: info@incontridipsicoterapia.it – cosmopolis@libero.it

Photo credit: mosaic tiverylucky da freedigitalphotos

Creating Bridges a project for self-empowerment in working with refugees and asylum seekers

About the project

An independent project developed by Katerina Anagnostopoulos with the collaboration of Federica Leoni, aimed at promoting self-empowerment and wellbeing of practitioners and volunteers in the helping professions involved with refugees and asylum seekers.

Creating Bridges consists in a variety of training, skills development, practice exchange and dissemination activities across different groups and contexts: online webinars, seminars, onsite local initiatives, including a training program on the Island of Samos, Greece, on 15-20 September 2020.

Webinars on Self-care and effective thinking. Program and resources

Challenging situations, positive mindset and relationship building

This second online event organised on Tuesday July 27th,2020 at 5 pm CEST in cooperation with Indigo Volunteers, builds on the first webinar on “Self-care and effective thinking” held in May. The main topics were defined taking into consideration the feedback and requests of the participants to the 1st webinar – are the following:

  • Positive mindset in handling challenging situations and emotions
  • Approaching and building the helping relationship: caring, self-caring and balanced interpersonal boundaries.

Slides and resources from the Webinar

 

The first webinar was held on Tuesday May 12th, 2020

Self- Care and effective thinking. Meaning-making in volunteering and working with refugees and asylum seekers. Good practices, ideas, reflections.

A first introductory webinar, held in cooperation with Indigo Volunteers, designed for workers/volunteers involved in supporting refugees and asylum seekers, as well as practitioners who work in the field.

The aim was that of facilitating the increase of awareness, self-empowerment and personal capacity building. We will focus on the helpers’ self-care and effective thinking attitudes and behaviours which may affect adjustment and resiliency processes. The main topics addressed:

  • Meaning-making processes and treasuring experiences
  • Self-care strategies, thinking attitudes that help reaching emotional stability and effectiveness, before, during and after field work.
  • Cognitive styles, stress and coping resources

Slides and resources from the Webinar

You can click on the title to open and download the presentations.

Katerina Anagnostopoulos1st Webinar Self-care…presentation Katerina Anagnostopoulos

+E-mail contact: info@incontridipsicoterapia.it

Federica LeoniSelf-care and effective thinking Webinar 1_presentation Federica Leoni

Thinking attitudes that help reaching emotional stability and effectiveness. E-mail contact: federica.leoni.psy@gmail.com

 

 

Laboratori per psicologi – Alleanza collaborativa e adempimenti burocratici

Alleanza collaborativa e adempimenti  burocratici nella prassi clinica  e di consulenza: esercizi di adattamento creativo per psicologi

Venerdì 21 febbraio 2020 dalle ore 18.30 alle ore 20.30 propongo ai colleghi psicologi e agli psicologi in corso di abilitazione un laboratorio di idee, di consapevolezza e di creatività collettiva positiva come comunità professionale degli psicologi sulle nuove sfide e complessità rappresentate dall’introduzione di normative, di obblighi di adempimenti e di nuove procedure che vanno a modificare le modalità abituali e richiedono nuovi adattamenti.

Alcuni esempi attuali che hanno stimolato l’idea di questo laboratorio, l’introduzione del POS nello spazio di consultazione, le  comunicazioni sulla privacy e sul Sistema Tessera Sanitaria, ecc.

Anche nei rapporti professionali tra colleghi e con altri soggetti esterni è utile essere informati e gestire con delicatezza e con integrità ciò che le situazioni specifiche richiedono.

Il laboratorio intende creare un’occasione di confronto, di stimolo a pensare, a condividere idee, interrogativi e a individuare la propria modalità unica, il proprio stile nell’introdurre quanto richiesto dalla legge rendendolo utile e d’aiuto al processo di aiuto e cambiamento in corso.

Data la complessità degli aspetti normativi che regolano tali procedure, l’incontro non intende essere esaustivo su tali aspetti; piuttosto si incentrerà sulle azioni utili da parte dei professionisti psicologi, al fine di stimolare la motivazione, il senso di empowerment e di presa in carico di se stessi e della propria attività professionale.

Alcuni temi:

  • ottenere informazioni, come verificare e individuare le soluzioni migliori per le proprie necessità e per il tipo di attività svolte.
  • introdurre i dispositivi, gli adempimenti nella relazione con i propri clienti o pazienti, facendo di essi strumenti al servizio degli scopi prefissati, facendo tesoro di tutte le implicazioni che possono esservi e utilizzandole in modo costruttivo e personalizzato.

Quando: venerdì 21 febbraio 2020 dalle ore 18.30 alle ore 20.30.

Dove: ASPIC – Via Vittore Carpaccio, 32 – 00147 Roma.

Quota di iscrizione: € 25,00 da pagarsi a mezzo bonifico bancario, POS o contanti in occasione dell’evento.

Per informazioni e iscrizioni: info@incontridipsicoterapia.it – tel. 347.9289119.

E’ disponibile qui la locandina del laboratorio

Il compenso previsto per il laboratorio, regolarmente fatturato, verrà destinato alla realizzazione di un’azione di volontariato rivolta agli operatori e alla popolazione locale, impegnati sull’isola di Samos nell’accoglienza dei richiedenti asilo, con attività di formazione, prevenzione e sviluppo personale, che si svolgerà nel mese di aprile 2020.

 

Meditazione contemplazione e gioia di lavorare

Meditazione, contemplazione e gioia di lavorare

Le pratiche della meditazione e della contemplazione originano da sentieri sapienziali antichi e dalle principali tradizioni spirituali dell’umanità. Oggi, la mole di ricerche e la crescente attenzione scientifica rivolta allo studio della loro efficacia ne attesta i benefici per il corpo e la mente, rendendole risorse secolarizzate accessibili in vari contesti.

Pensiamo alla mindfulness, alle forme di meditazione dello yoga o alle pratiche delle grandi tradizioni spirituali. L’offerta e possibilità di praticare la meditazione in varie forme e ambiti – inclusi gli ambienti di lavoro – ne fanno strumenti per ridurre lo stress, raggiungere il benessere e una migliore qualità della vita. Moda o anelito verso l’ampliamento della coscienza di sé, degli altri, del mondo?

Scopo della meditazione è la piena consapevolezza del momento presente. La si può praticare in vari modi con l’attenzione rivolta alla propria interiorità o al proprio sé immerso nell’ambiente circostante. Quando praticata con costanza e impegno si possono ottenere benefici importanti:

  • la mente si acquieta,
  • migliora la capacità di attenzione e di concentrazione,
  • vi è un riequilibrio di funzioni fisiologiche che rivitalizzano il corpo,
  • si rafforza la risposta immunitaria e la capacità di risposta allo stress.

Un semplice modo di meditare è osservare la propria esperienza così come si dispiega momento dopo momento oppure concentrando l’attenzione sul respiro riportandovela dolcemente qualora vi siano distrazioni, senza soffermarsi su eventuali pensieri o sensazioni emergenti (piuttosto lasciando che vengano e vadano) o anche ripetendo interiormente una parola o breve frase che evoca benessere (Herbert Benson, Harvard Medical School).

Si accede a stati contemplativi con il silenzio interiore, “dimorando” nel proprio sé, nella propria essenza autentica.

Scriveva Marco Aurelio:

«Rifugiatevi nel centro più recondito e testimoniate il sapere “io sono”, siate semplicemente. Questa è la benedizione dell’essere».

Anche un contatto in piena consapevolezza con la natura avvicina alla riconnessione con l’essere autentico e con la totalità dell’esistente.

La gioia che emerge è connessa dunque al lavoro inteso come territorio di libertà e di realizzazione di sé, come espressione e attuazione delle potenzialità personali, della propria unicità. E’ un sentimento autogenerato, incondizionato, connesso al piacere intrinseco esperito nell’attività svolta e a una disposizione equanime che consente di svolgere con contentezza anche le giornate di lavoro più ordinarie e gli affari della vita così come si svolgono momento per momento (Maslow).

Il poeta indiano Rabindranath Tagore in La vera essenza della vita (Sādanā) descrive la tendenza alla realizzazione di sé come desiderio di rivelare se stessi con vigore attraverso la propria vita e le proprie opere. L’incontro intimo nella meditazione con i propri valori, con il senso e significato esistenziale che il lavoro riveste nella propria vita rende possibile conciliare produttività, successo lavorativo ed economico, da un lato e allineamento fra aspirazioni personali e dedizione al lavoro, gioia e spirito di servizio, dall’altro, in una tensione verso il sommo bene oltre il quale, come affermava Seneca, non può esserci alcun fine ulteriore.

Riferimenti bibliografici

Benson H. (1997), Credere per poter guarire. Quando la scienza medica incontra la meditazione e la preghiera, Sperling & Kupfer, Milano.

Marco Aurelio, Colloqui con se stesso,

Maslow A. (1962), Toward a psychology of being, D. Van Nostrand Co.; trad. it. Verso una psicologia dell’essere, Astrolabio, Roma, 1971.

Maslow A. (1970), Motivazione e personalità, Fabbri, Milano, 2007.

Seneca, Sulla felicità,

Tagore R. (1913), Sadhana. The meaning of life; trad. it. La vera essenza della vita (Sadhana), Guanda, Milano, 1988.

 

Autore: Katerina Anagnostopoulos