Autore: Romeo Lippi

Viviamo giorni drammatici, con attentati terroristici e venti di guerra.

Ho pensato alla posizione di quegli uomini e quelle donne che per il lavoro che fanno non possono scrivere e condividere la loro condizione, ma vivono in prima persona queste terribili vicende e in più devono prendere decisioni sulla vita e la morte di altre persone.

Penso ai medici, ai soldati, ai politici.
Continua a Leggere