Stai cercando qualcosa?

Tag Archives:orientamento

Seminario “competenze orientamento empowerment”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Seminario

Competenze, orientamento, empowerment per l’inclusione.

Trasversalità e trasferibilità di skills, strumenti e pratiche

Sabato 19 ottobre 2019 si è svolto il Seminario presso il Polo Didattico dell’Università degli Studi Roma Tre il Seminario organizzato in collaborazione tra Aspic Lavoro e l’Ateneo stesso nell’ambito delle attività di disseminazione e condivisione del Progetto realizzato nell’ambito del Programma Erasmus+, partenariati strategici coordinato per ASPIC Lavoro, dal titolo: SOCIAL SELF-I. Self-empowerment of guidance advisors and VET trainers for the promotion of social inclusion of refugees, asylum seekers and adults in career transition.

Nelle due sessioni previste:

  • “Pratiche e skills per l’empowerment e l’inclusione”
  • “Percorsi, strumenti e luoghi per l’orientamento”

si sono alternati interventi del team del progetto e dei docenti della Facoltà di Scienze dell’educazione e della formazione.

La notizia e il programma completi sul sito ASPIC Lavoro.

Qui sotto il programma completo di sintesi introduttiva:

Seminario Sabato 19 ottobre Università Roma Tre

Per saperne di più sul Progetto Social Self-I visitare la pagina sul sito di Aspic Lavoro.

Rif. Progetto 2017-1-IT01-KA202-006139–Erasmus+ – Azione Chiave 2-Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partenariati strategici VET–Ente Coordinatore: ASPIC LAVORO – (1/11/2017-31/10/2019)

Abstract del mio intervento

Il Progetto “SOCIAL SELF-I” nella cornice Erasmus+. Scambio di buone pratiche e formazione reciproca per un empowerment condiviso. Esperienze, processi e apprendimenti trasversali e trasferibili

 Abstract

Elementi cardine dell’esperienza del Progetto Social Self-I, le attività di scambio di buone pratiche e  formazione reciproca realizzate si sono fondate sulla parità e mutualità tra i partecipanti delle organizzazioni partner, esperti di diverse discipline, impegnati in ambiti lavorativi, in ruoli e con caratteristiche organizzative e culturali eterogenee, al tempo stesso accomunati dalla volontà di accrescere la propria efficacia nel perseguire l’inclusione sociale e lavorativa mediante il proprio operato. Rievocando gli aspetti più salienti delle esperienze compiute, accanto al grande valore dei contenuti condivisi (le risorse: pratiche, strumenti, tecniche) assumono forma quei risultati intangibili dell’apprendimento che possono tuttavia generare effetti tangibili dalla portata potenzialmente molto estesa. Aspetti di valore della formazione compiuta rilevati dall’esperienza dei partecipanti: l’acquisizione di strumenti utili e di conoscenze sui rispettivi sistemi e di l’assunzione di prospettive diverse, decentrate, riguardo tematiche di interesse comune, un affinamento della competenza interculturale. Ancora, l’apprendimento esperienziale, la centralità della relazione, l’importanza del gruppo, del lavoro collettivo su progetti e interventi, della riflessione e del pensiero condiviso nella ricerca di soluzioni e possibili integrazioni. La riflessione costante e ricorsiva rivolta anche sul come trasferire e integrare le pratiche in modo trasversale nella propria attività rispecchia quei processi di ridefinizione e trasferimento delle conoscenze, di skill e di esperienze attraverso contesti lavorativi, esistenziali e geografici-culturali richiesti e auspicati da parte degli utenti cui le azioni sono rivolte. Infine, si è resa ancora più evidente l’interdipendenza fra tutte le componenti del sistema e l’importanza di attivare tutti i nodi delle reti esistenti con interventi nelle diverse fasi dei processi di accoglienza e di attuazione di interventi mirati a perseguire le pari opportunità e l’inclusione. Ne deriva la necessità di coinvolgere maggiormente in tali azioni il mondo del lavoro (settori produttivi e contesti lavorativi) con un ruolo centrale dell’educazione e della formazione.

 Ekaterini Anagnostopoulos è psicologa e psicoterapeuta, consulente di orientamento e formatrice. Membro del Direttivo di ASPIC Lavoro, ha co-progettato e coordina Social Self-I e realizzato diverse iniziative (attività di sportello, seminari, laboratori e iniziative nella comunità; ne è Referente presso la Rete di Diffusione Euroguidance Italy (ANPAL), l’European Migration Forum (UE) e il Forum Consultivo dell’EASO. Ha conseguito il perfezionamento post-lauream in transculturalità presso l’UCSC di Roma e acquisito esperienza presso il Centro per rifugiati e richiedenti asilo dell’INMP (ex San Gallicano). Docente presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Umanistica Integrata ASPIC e nel corso in Consulenza Interculturale (ASPIC Padova). Ha maturato un’esperienza pluriennale in contesti organizzativi ed è stata consulente di outplacement con quadri e dirigenti. Si interessa di attività di orientamento, valorizzazione delle competenze ed empowerment di persone in condizioni di vulnerabilità. Svolge attività libero professionale clinica, di consulenza, orientamento e formazione.

 

 

 

 

Conferenza su lettura e orientamento

paros_barca

La lettura per l’orientamento di sé nella vita e nel lavoro: tre esplorazioni sul tema

Invito alla Conferenza – Laboratorio ideata per ASPIC Lavoro nell’ambito dell’iniziativa Il Maggio dei Libri.

Appuntamento Venerdì 25 maggio 2018 – dalle ore 18.00* alle ore 20.30 (ingresso entro le 18.15).

 

logo badge il maggio dei libri 2018

Il programma

Tre esplorazioni  integrate con brevi letture e momenti di auto-esplorazione, di interattività dedicati alla condivisione di esperienze, a riflessioni, allo scambio di idee e “buone pratiche” per coltivare la lettura come alleata preziosa lungo l’intero arco della vita.

Un’occasione immancabile di incontro, di attenzione al proprio sé lavorativo e alla propria crescita personale e professionale.


Prima esplorazione

Identità e cambiamento: la sfida dell’orientarsi, a cura di Emilia Filosa

Seconda esplorazione

Storie che nascono, identità che si svelano, a cura di Gabriella Di Francesco

Terza esplorazione

Letture “geniali”, volontà e realizzazione di sé nel lavoro, a cura di Katerina Anagnostopoulos

Un’iniziativa di networking sociale integrato, realizzata con ASPIC Lavoro, per valorizzare e rafforzare le risorse e competenze individuali e collettive in un’ottica di empowerment lavorativo e di benessere.

Un’occasione per per ri(visitare) e (ri)scoprire insieme il valore dei libri e della lettura

  • nei processi soggettivi di conoscenza, definizione di sé e ridefinizione di sé,
  • nella valorizazione delle risorse, delle conoscenze e delle competenze personali,
  • come leva motivazionale e di autosostegno nella propria progettualità esistenziale, formativa e lavorativa.

Sede

ASPIC,  Via Vittore Carpaccio, 32 – Roma.

La partecipazione è libera e gratuita (posti limitati, si consiglia di prenotare).

*L’ingresso sarà possibile entro le ore 18.15.

Info e prenotazioni

tel. 347.9289119, scrivere a: info@aspiclavoro.it