Autore: Romeo Lippi

Test? No grazie!

Spesso lavorare con gli adolescenti è difficile: uno dei primi problemi è la formulazione di una diagnosi adeguata. Questo perché spesso con l’adolescente è difficile usare dei test per varie ragioni:

– l’adolescente non ha voglia di fare un test

– la trova una cosa troppo “patologizzante” e non vuole sentirsi etichettato come “matto

– perché il test è troppo complesso da comprendere o troppo lungo (come l’MMPI-A)

Le nuove tecnologie ci aiuteranno?

Io e il mio mentore ci siamo posti l’obiettivo di raccogliere le recenti ricerche scientifiche per vedere se e come utilizzare Internet e i nuovi media nel processo di psicoterapia. Abbiamo fatto una lunga selezione e lettura di articoli internazionali, da cui abbiamo tirato fuori anche un libro (qui lo potete vedere).

Skype_e_lo_psicologo_su_internet

Continua a Leggere